Caratteristiche chiave

  • Comandante dei morti

    Terrificanti golem, guerrieri e maghi scheletrici marciano agli ordini del negromante. Questi fedeli servitori possono attaccare in massa singoli nemici, travolgendoli con la potenza dei numeri. I negromanti possono usare le schiere di non morti per creare diversivi o per aprirsi una strada e fuggire verso la salvezza.
  • Non desiderare, non sprecare

    I negromanti sanno sfruttare diverse risorse: possono ricorrere all'Essenza (energia raccolta da esseri viventi e morti), evocare la forza vitale in esaurimento dei cadaveri e anche sacrificare parte della propria vita. In questo modo, raramente si trovano inermi di fronte al nemico. Ogni essere vivente, ogni cadavere e anche i negromanti stessi possono essere un'arma, uno strumento da utilizzare nella battaglia contro gli Inferi Fiammeggianti.
  • Effetti debilitanti

    Con le loro maledizioni debilitanti, i negromanti possono mettere fuori gioco i nemici. I servitori scheletrici al loro comando disturbano le linee nemiche, scompigliandone i ranghi e facilitando il compito dei sacerdoti e dei loro alleati.
  • Distruzione

    Grazie agli incantesimi di sangue e ossa e alle pile di cadaveri che possono manipolare, i negromanti sono in grado di eliminare rapidamente numerosi gruppi di nemici da un'area. Dopo l'uccisione del primo nemico, raffiche di cadaveri esplosivi e spuntoni d'ossa si propagano sul campo di battaglia, fino a che dei demoni non resta che un ammasso di resti sanguinolenti.

Risorsa: Essenza

Per affrontare i nemici dell'Equilibrio, i negromanti attingono all'Essenza. Questa risorsa consente loro di rianimare i morti, maledire i nemici e comandare i servitori. La risorsa è statica, per cui i negromanti ne dispongono di tanta quanta ne estraggono dai nemici. Non si rigenera automaticamente né si esaurisce nel tempo. A causa di questa particolarità, i negromanti meno attenti potrebbero restare senza risorsa proprio nel momento di maggior bisogno.

I negromanti più avveduti bilanciano al meglio il consumo delle riserve di Essenza con l'ottenimento di quest'ultima dai nemici, proiettandosi sempre verso lo scontro successivo. Un negromante con piena essenza è un avversario temibile, ma deve usare le proprie abilità con attenzione per tenere lontani i nemici.

I negromanti sono spietati comandanti e padroni della vita e della morte. I loro incantesimi oscuri possono rianimare i morti, maledire i nemici e sfruttarne i cadaveri a proprio favore.

La vita e la morte fanno parte di un ciclo più grande, e i negromanti non hanno paura di superare la linea che le separa. Sono disposti a sacrificare parte della propria salute per alimentare potenti abilità e ottenere la meglio nello scontro. Rischiare la vita non li preoccupa, se ciò consente loro di eliminare fino all'ultimo nemico.

I negromanti preferiscono colpire dalla distanza, facendo piovere distruzione da lontano. Gli scheletri al loro comando travolgono i nemici prima che abbiano l'occasione di attaccare, e le loro terrificanti maledizioni sono in grado di indebolire anche i demoni più tenaci.

Storia

"Non osate opporvi a me."

I sacerdoti di Rathma (o negromanti) vivono secondo una filosofia semplice: ritengono che la lotta eterna tra luce e tenebre sia infinita, e che entrambe le parti rappresentino una minaccia per Sanctuarium. Solamente preservando l'Equilibrio e tenendo a bada queste forze opposte è possibile salvare il mondo.

I membri dell'ordine sono decisamente particolari, e spesso disprezzati per il loro uso delle arti oscure, anche se, contrariamente ad altri abitanti di Sanctuarium, vi fanno ricorso solo per preservare l'Equilibrio a loro sacro.

Quando si allontanano dalle loro terre natali, nelle giungle del Kehjistan, i sacerdoti di Rathma sono disposti a tutto per proteggere il loro mondo dalla rovina.

Leggi la storia della classe Negromante

Equipaggiamento

I sacerdoti di Rathma prediligono l'utilizzo di falci. Queste lame non sono usate per mietere il raccolto, ma per ottenere la forza vitale dei nemici e sventrarne i cadaveri, alimentando orribili abilità. Sia che maneggino lunghe falci curve inastate sia che utilizzino lame più leggere adatte all'estrazione di organi con precisione chirurgica, i negromanti sono avversari temibili. Sono anche addestrati nell'utilizzo di filatteri, particolari oggetti che aumentano il loro potere di controllo sui morti.

Evoluzione delle armature

I sacerdoti di Rathma appena ordinati non possono permettersi di essere schizzinosi. Indossano vesti essenziali o abiti scuri che forniscono scarsa protezione, e impugnano armi leggere, sottratte ai nemici sconfitti.
I negromanti di livello superiore affrontano nemici più temibili, perciò devono stare più attenti a coprire i loro punti deboli con spallacci, tuniche e schinieri più resistenti.
I sacerdoti più esperti incutono timore alla sola vista. Le loro corazze di ossa li ricoprono dalla testa ai piedi, fornendo protezione anche contro i demoni più tremendi.

Carico i commenti…

Si è verificato un errore nel caricare i commenti.